AVOCADO

avocado-pianta

L’avocado, Persea americana, è originario di una vasta zona geografica che si estende dalle montagne centrali ed occidentali del Messico, attraverso il Guatemala fino alle coste dell’Oceano Pacifico nell’America centrale.

avocado-nel-giardino

Nell’immagine: la pianta di Avocado nel giardino del Liceo Kant

E’ una specie arborea da frutto che appartiene alla famiglia delle Lauracee. L’albero nella sua terra di origine è di taglia media e misura circa 10 metri d’altezza, anche se può raggiungere i 15-20 m. La chioma è ampia e frondosa ed il tronco è ricoperto di una scorza grigiastra. Le foglie persistenti, lunghe dai 12 ai 25 cm, sono semplici, ovali e di colore verde. I fiori misurano 5-10 mm. Il frutto è una drupa a forma di pera, lunga dai 7 ai 20 centimetri e con un peso che può variare dai 100 ai 1000 g. Presenta un grosso seme centrale di 3-5 cm di diametro. La polpa è di colore giallo verde o giallo pallido, l’epicarpo (o buccia) può essere di colore verde o melanzana, liscio o rugoso.

La pianta è di origine americana e il nome avocado deriva dallo spagnolo messicano aguacate (forse attraverso la mediazione del portoghese abacado), a sua volta una corruzione del náhuatl (o azteco) ahuacatl.

Si adatta a climi tropicali o sub tropicali e soffre a temperature inferiori a 4°C. Si adatta bene anche al nostro ambiente, soprattutto a quello dell’Italia Meriodionale. La pianta presente nel giardino del Liceo Kant si è sviluppata facendo radicare il seme/nocciolo nell’acqua per poi trapiantarlo una volta che sono nate le radici in terra ben drenata.

avocado-nelle-insalate

Proprietà nutrizionali  Il frutto è ricco di beta-carotene, contiene potassio in quantità maggiore delle banane ed è altamente calorico (circa 250 kcal per frutto). E’ indicato come protettivo dei raggi solari, l’olio di avocado è indicato per rigenerare la pelle. L’Avocado ha una infinità di possibilità di utilizzo. Dalla cucina alla salute, alla cura della persona. In medicina ha ottime proprietà di ordinamento dei livelli di colesterolo. Contenendo omega tre aiuta la produzione di colesterolo buono HDL, e inibisce il deposito del colesterolo “cattivo”. Ha anche un ottimo potere antiossidante, per la presenza di vitamina A ed E.

avocado-pianta-con-frutti

Alcuni studi hanno dimostrato che l’avocado può aiutare nella prevenzione del morbo di Alzheimer, può combattere la depressione, può diminuire i pruriti delle dermatiti. Il frutto dell’avocado è utilizzato nei trattamenti di bellezza per l’idratazione della pelle e la riduzione delle borse sotto gli occhi.

TossicitàLe foglie, la corteccia , i frutti e i semi dell’avocado contengono un derivato acido grasso  (persina) che in genere è innocua per l’uomo ma è tossica su vari animali : cani, gatti, bovini, capre, conigli, cavie, uccelli, cavalli.

L’avocado era ampiamente utilizzato nella cucina azteca, dove se ne usavano tre varietà, probabilmente corrispondenti alle tre principali varietà centro/nordamericane: messicana, antillana e guatemalteca. Varietà diverse erano diffuse anche in Sudamerica, dove gli Incas lo chiamavano palta. Le popolazioni native dell’America centro-meridionale coltivavano questo frutto prima dell’arrivo di Cristoforo Colombo e scelsero un nome evocativo della morfologia del frutto stesso. Chiamato anche «pera alligatore», l’avocado fu descritto dai conquistadores come un frutto «abbondante, con una polpa simile al burro e caratterizzato da un ottimo sapore».